Ritiro referti di laboratorio on-line Ritiro dei referti di laboratorio online

Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale

Rassegna Stampa Rassegna Stampa

Il corretto uso dei servizi di emergenza-urgenza Esenzioni Reddito Regione Veneto Cup Urp
Moduli Linea amica Operazione trasparenza Amministrazione Trasparente Iniziative in Corso Ulss19 in Cifre Link Utili

 

ULSS 19 - Home Page  »  Cittadino

Cittadino

Prestazioni

Tutte le prestazioni erogate dall'Azienda Ulss19 con orari, modalità di accesso, strutture a cui rivolgersi.

Come fare per...

Le informazioni veloci sui servizi e le prestazioni erogati dall'Azienda Ulss19

Libera Professione

Nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale l'attività libero professionale intramoenia (intramuraria) si riferisce alle prestazioni erogate dai Medici Specialisti dell'Azienda ULSS alle seguenti condizioni:

• al di fuori dell'orario di lavoro;
• in regime ambulatoriale o di ricovero;
• su libera scelta del cittadino;
• a pagamento.

L’attività libero professionale avviene nel rispetto delle normative nazionali e regionali che la regolamentano.

I medici, psicologi e in generale tutti i dirigenti sanitari dell’ULSS, che hanno scelto di lavorare esclusivamente per l’Azienda e hanno chiesto e ottenuto l’ autorizzazione ad esercitare la libera professione, possono svolgere, al di fuori del loro orario di lavoro, attività libero-professionale a pagamento per gli utenti che espressamente la richiedono.
La libera professione permette, quindi, al cittadino di scegliere di essere curato da uno specifico sanitario, dipendente dal Servizio Sanitario Nazionale, anche se non dà alcun diritto preferenziale o precedenze nelle liste d’attesa.
 

Tariffe

La tariffa applicata all’utente viene concordata tra il professionista e l’Azienda ULSS e una parte di questa viene trattenuta dall’Azienda Sanitaria per l’utilizzo delle sue strutture e per il rimborso dei costi sostenuti (eventuale personale di supporto, utilizzo delle apparecchiature o dei materiali di consumo).
Le tariffe sono totalmente a carico del cittadino richiedente.
 

Come si Prenota la Libera professione

L’Azienda ha predisposto un sistema di prenotazione dedicato esclusivamente alla prestazioni libero professionali.
La prenotazione è possibile con le seguenti modalità ed orari:

Direttamente presso:

 

PUNTO ACCOGLIENZA DEL MONOBLOCCO:  dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

 

PUNTO ACCOGLIENZA DELL’OSPEDALE VECCHIO:  dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00.

 

PUNTO ACCOGLIENZA DELLA PALAZZINA DEI SERVIZI Blocco D:  dal Lunedì al Venerdì dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

 

SPORTELLI DEI C.S.S. DI PORTO TOLLE, PORTO VIRO, TAGLIO DI PO:  durante l’orario di apertura degli sportelli.

Telefonicamente

con il NUMERO VERDE 800061644 DA TELEFONO FISSO; 0425362000 DA CELLULARE
da lunedì a venerdì 8.30-18.00; sabato 8.30-13.00

Nelle ipotesi in cui non sia possibile presentarsi ad un appuntamento programmato, si chiede di presentare disdetta secondo le stesse modalità con le quali è stata effettuata la prenotazione.

Pagamento delle prestazioni di libera professione

Prima della visita il cittadino deve provvedere al pagamento delle prestazioni Libero Professionali presso gli sportelli automatici presenti presso i diversi punti dell’Azienda (Poliambulatorio, Ingresso Monoblocco, Ufficio Cassa).
L’incassatrice rilascia un originale della fattura, che può essere conservata dall’utente per le detrazioni fiscali ed una copia da consegnare allo specialista al momento della visita.
 

Divieti

Lo specialista che ha fatto la visita in libera professione non può fare le prescrizioni sul ricettario regionale (ricetta rossa), ma solo sul suo ricettario personale (ricetta bianca). Il medico di famiglia non è obbligato a prescrivere lo stesso farmaco o lo stesso esame diagnostico indicato sulla ricetta bianca. Tale possibilità rimane attuabile solamente se il medico di famiglia lo ritiene in “scienza e coscienza” utile per la salute del suo assistito, trasferendo così i costi di tali prescrizioni al Servizio Sanitario Regionale.

E' fatto divieto assoluto, per gli operatori coinvolti nell'attività libero professionale (medici ed infermieri), di riscuotere direttamente dal cittadino qualunque somma per la prestazione sanitaria resa.

 

Elenco medici e tariffe

Regolamento
 

Ricetta digitale

Cambia colore, aumenta il valore!
La ricetta rossa diventa digitale… e in farmacia basta il promemoria bianco

 

Cambia colore
Da settembre 2014 in Veneto cambia il sistema di prescrizione farmaceutica che diventa digitale. Un promemoria bianco sostituisce la ricetta rossa. Per gli assistiti dell’Azienda ULSS 19 non cambia nulla. Quando si recheranno dal proprio medico di medicina generale o dal pediatra per farsi prescrivere un farmaco, al posto della tradizionale prescrizione su ricetta rossa, riceveranno un promemoria stampato su carta bianca con il quale potranno recarsi in farmacia e ritirare il farmaco prescritto.
Scompare dunque la ricetta rossa farmaceutica grazie al percorso di digitalizzazione della sanità regionale. Un collegamento telematico tra medici, Azienda ULSS 19, farmacie, Regione e Ministero dell’Economia, offre un nuovo sistema, in linea con le norme regionali e nazionali in materia, e l’occasione di migliorare il servizio direttamente al cittadino.
Il promemoria bianco, contiene gli identificativi della ricetta digitale (numero di ricetta elettronica e numero di tessera sanitaria) necessari per l’erogazione del farmaco. Con esso il cittadino potrà, come abitudine, recarsi alla farmacia preferita nella Regione del Veneto e ricevere il farmaco prescritto dal proprio medico.


Aumenta il valore
Il processo di digitalizzazione della ricetta rossa nel suo complesso garantisce agli assistiti della Regione Veneto e - quindi anche dell’Azienda 19 - maggiore sicurezza, tempi più rapidi nell’erogazione dei servizi e contenimento della spesa farmaceutica.
Grazie a questo importante cambiamento inoltre sarà possibile iniziare a costruire il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale degli assistiti, cioè l’insieme dei dati e documenti digitali relativi alla salute dei cittadini. L’Azienda ULSS 19 sta realizzando questa iniziativa della Regione in collaborazione con Arsenàl.IT, consorzio per la sanità digitale di tutte le ULSS e aziende ospedaliere del Veneto. Il progetto Fascicolo, attraverso una complessiva riorganizzazione dei sistemi informativi sanitari di ogni azienda, rivoluzionerà i servizi di cura al cittadino garantendo una assistenza sociosanitaria più efficiente, efficace e sostenibile.


Clicca la tua salute!
Vuoi collaborare anche tu alla costruzione del Fascicolo Sanitario Elettronico regionale, condividendo idee, opinioni e proposte per la sanità del futuro?
Invia la tua disponibilità all’indirizzo cliccalatuasalute@consorzioarsenal.it

 

Fascicolo Sanitario Elettronico Regionale (FSEr)

Il Fascicolo Sanitario Elettronico regionale è l’insieme dei dati e documenti digitali relativi alla salute di tutti gli assistiti che potranno accedervi o renderlo disponibile alla consultazione agli operatori sanitari, in qualsiasi momento e luogo, tramite internet, in forma protetta e riservata.


Per realizzare il Fascicolo, l’Azienda ULSS 19, in collaborazione con Regione del Veneto e tutte le aziende sociosanitarie ed ospedaliere venete, è impegnata da tempo nella digitalizzazione dei documenti clinici e dei processi organizzativi per mettere a disposizione dei pazienti e dei medici i dati necessari.


Concluso il percorso, ogni assistito potrà, dopo aver dato il proprio consenso, accedere alla propria storia clinica attraverso un sistema informativo protetto e sicuro. Grazie a questo personale strumento sarà possibile consultare i propri dati, accedere ai referti, utilizzare gli attuali e i futuri servizi digitali. Tutto questo per gestire al meglio i propri percorsi di cura e, in generale, la propria salute.

Alcuni servizi che saranno contenuti nel Fascicolo sono già attivi come ad esempio la possibilità di scaricare il referto da internet, altri saranno via via inseriti nel nuovo strumento.


L’intento è quello di garantire un miglior livello di assistenza in tempi più rapidi, riducendo gli spostamenti e contenendo i costi.


Il progetto è coordinato da Arsenàl.IT, Centro Veneto Ricerca e Innovazione per la Sanità Digitale, consorzio volontario delle 23 aziende sanitarie ed ospedaliere del Veneto. Tale ente garantisce la costruzione di un sistema interoperabile che permetterà di rendere condivisibili i dati e i documenti in tutte le strutture sanitarie della regione, indipendentemente dalla azienda sanitaria di riferimento.

 

PER SAPERNE DI PIU’:
Progetto Fascicolo Sanitario Elettronico regionale
Dematerializzazione della ricetta rossa farmaceutica 

Esenzioni per reddito

Il 31 maggio scadranno i certificati di esenzione per condizione economica (7R2, 7R4,7R5) e di riduzione parziale della quota fissa sulla ricetta rossa (7RQ). Per scaricare agevolmente il nuovo certificato, da lunedì 7 maggio i cittadini potranno utilizzare il portale Sanità della Regione del Veneto (https://salute.regione.veneto.it). Accedere al servizio on-line della Regione è facile: il cittadino esente deve inserire, oltre al codice dell’Ulss dove ha scelto il proprio medico o pediatra di base, il suo codice fiscale ed il numero della tessera regionale (la vecchia tessera in cartoncino). Il servizio renderà disponibile il certificato di esenzione per condizione economica o per la riduzione parziale della quota fissa sulla ricetta, da 10 a 5 Euro, riconosciuta ai titolari di reddito inferiore a 29mila euro.
Qualora il cittadino non dovesse trovarsi nell’elenco regionale ma ritenesse di avere diritto all’esenzione, dovrà richiedere il certificato direttamente agli sportelli dell’ULSS 19 di Adria.
Il nuovo servizio allestito dalla Regione, oltre a costituire un vantaggio per i cittadini che possono facilmente entrare in possesso del proprio certificato, consentirà all’Ulss di evitare i costi della spedizione postale, realizzando un risparmio di ca. 26.000 Euro.

L’Azienda ULSS 19 ricorda qui di seguito quali sono le condizioni che danno diritto all’esenzione:

  • Utenti con meno di 6 anni o più di 65 anni con reddito familiare inferiore ad €36.151,98;
  • Disoccupati e loro familiari a carico con reddito familiare inferiore ad €8.263,31 incrementato ad €11.362,05, in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori €516,46 per ogni figlio a carico;
  • Titolari di assegno (ex pensione) sociale e loro familiari a carico;
  • Titolari di pensione al minimo, con più di 60 anni e loro familiari a carico con reddito familiare inferiore ad €8.263,31, incrementato ad €11.362,05, in presenza del coniuge ed in ragione di ulteriori €516,46 per ogni figlio a carico;
  • soggetti con reddito familiare inferiore a €29.000,00 (solo per la riduzione della quota fissa per ricetta).

Servizi online

Il Cittadino

Sociale e Comuni

Assistenza Ospedaliera

Assistenza Distrettuale

Prevenzione

Consultorio Giovani

Consultorio Giovani

La tua ULSS cambia nome!

Dal 1 gennaio 2017,
in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, le due aziende Ulss 18 di Rovigo e 19 di Adria si uniscono nella nuova Azienda Ulss 5 Polesana
il sito web a cui fare riferimento è
www.aulss5.veneto.it